BuonGusto La cura del taglio 2005 - Rap, Hip-Hop

La cura del taglio precedente precedente

Proprio un bel dischetto di hip hop, questo dei nuoresi BuonGusto, di quelli che mi fa dimenticare la mia personale idiosincrasia per un genere che è diventato ormai, in my opinion, la massima espressione della falsità mainstream, tutta perline e specchietti gettati dall’altra sponda dell’Oceano a irretirci tutti fra soldi, tette e culi (tre cose contro cui non ho nulla, anzi, ma c’è modo e modo).

Perché mi piacciono i BuonGusto? Fondamentalmente perché la pensano come me riguardo ai destini dell’hip hop. E infatti “La cura del taglio” si compone quasi esclusivamente di invettive contro lo stato attuale dell’hip hop, in un disperata ricerca della purezza perduta (“B.boys/B.girls”), contro i writers cazzoni che nulla sanno e sospettano della cultura di strada che ha partorito il genere, contro il gangsta, vero cancro dell’hip hop (“Hip hop [is my destination]”), e contro la diffusione della droga nel giro, dopo gli eccessi straight-edge di un tempo (“Non ti piace”).

Anche musicalmente i BuonGusto confezionano un bel dischetto, che suona metallico ed elettronico come l’avrebbero inteso Kraftwerk e Afrikaa Bambataa, mostrando tanta nostalgia di quei maestri di stile italiano che furono gli Isola posse all stars di una dozzina d’anni fa. Un paragone con altri emergenti d’oggi lo trovo solo con i padovani Dozhens, ma ovviamente a mia speranza è di ignorare l’esistenza di un movimento sotterraneo che ci liberi dalla merda gangsta che invade onde radio e tv.

Fatti i compimenti anche per l’utilizzo del sardo, che s’incastona nell’italiano a impreziosirlo, bisogna anche dire che i BuonGusto incappano nel tipico limite dell’hip hop: sono autoreferenziali alla scena. Ahimè. Peccato, perché le qualità, anche poetiche, ci sono, come dimostra il bel racconto di uno schianto in auto di “Brina”. Magari bisognerebbe tener conto del fatto che il gangsta non si combatte solo con le prediche, ma anche dimostrando di saper raccontare storie meglio di lui.

---
La recensione La cura del taglio di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2005-07-20 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO