< PRECEDENTE <
album Polvere - Malbona

recensione Malbona Polvere

2019 - Metal, Hard Rock

RECENSIONE
29/08/2019

I Malbona sono un power trio formatosi a Roma nel 2015. “Polvere”, il loro primo Ep ufficiale uscito a quattro anni di distanza dalla loro nascita, sembra porre i presupposti per un progetto molto interessante.

Tralasciando il font approssimativo del titolo rosso che appare sulla copertina, non possiamo ancora spingerci ad un giudizio artistico tout court considerando la produzione relativamente esigua della band. Il mio compito è fornirvi un paio di direttive solide per comprendere al meglio il particolare sound della formazione capitolina.

L’ep si apre con “Ma che ne sai”, una sorte di trip Californiano di Piero Pelù, per poi continuare sull’andamento “fastanimalesco” di “Appassirà”, con la riflessiva “Tu solo”, forse, il momento più pacato in scaletta, sino alla traccia di chiusura, “Stare al mondo”, sicuramente, il pezzo più radiofonico dell’opera.

Insomma, isolando in provetta e prelevando esclusivamente testi e cantato, potremmo gettare le basi per un ottimo disco di Nek. Non fraintendetemi, ma la grandezza dei Malbona è stata proprio riuscire a coniugare credibilmente la lingua italiana alle sonorità hardcore, l’approccio cantautoriale con l’attitudine metal. Senza precludersi ad un’unica fetta esclusiva di pubblico, riuscendo a proporre un prodotto che suoni allo stesso tempo heavy eppure orecchiabile.

Ben fatto.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti