< PRECEDENTE <
album Shameful Tomboy - R.Y.F.

recensione R.Y.F. Shameful Tomboy

2019 - Dark, Alternativo, Slow-core

RECENSIONE
27/11/2019

Se vi è capitato di pensare che one man band sia una definizione limitante perché assume il genere del musicista, forse dovreste ascoltare questo disco. Se non vi è mai capitato di pensarlo perché in fondo credete che le one man band siano effettivamente composte sempre da uomini, allora dovete assolutamente ascoltare questo disco. Non solo perché R.Y.F. , al secolo Francesca Morello, dirige tutta da sola un album intenso e sofferto senza diventare ammorbante, anzi. Ma anche perché le canzoni di ‘Shameful Tomboy’ hanno al centro proprio questioni di genere, in particolare quelle relative all’emarginazione di personalità queer e non binarie (’Shameful Tomboy’). Attraverso una narrazione diversa da quella celebrativa e gioiosamente ‘favolosa’ che caratterizza (giustamente, aggiungerei) buona parte del discorso LGBTQ+ contemporaneo, percorrendo uno sentiero più scuro e obliquo verso la favolosità. L’estetica e il linguaggio sonoro di R.Y.F., Restless Yellow Flowers, sono infatti quelli che derivano dal background folk/blues e dalla vena darkwave e slowcore. In apparenza una stanza accoppiata, in realtà un binomio vincente che, praticamente solo con la chitarra e l’ottima voce di Francesca, dà vita a momenti ritmati di post-punk-wave (’1st Times’, brani di dark folk acustico dal sapore neo gotico (’Lucifer’, ’Raised To Kill’), aperture dolci e malinconiche (’Take My Soul’). C’è una certa aura esoterica che ammanta l’album, a iniziare dall’apertura con ’Lucifer’, in linea con quella tendenza al recupero della stregoneria e di alcune forme di occultismo in chiave anti patriarcale. Forse ‘Shameful Toyboy’ non è un album per tutti i palati, ma è un album nel suo piccolo importante, perché c’è tanto bisogno in questo momento di musica che sappia parlare di questioni autentiche e che dia voce soggettività ancora troppo spesso relegate al silenzio, ma c’è bisogno anche che lo si faccia al di fuori di forme trite e ritrite, con gusto e personalità, proprio come fa R.Y.F.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani