Orchestra Matterella A Patatì 2018 - Folk

A Patatì precedente precedente

L'Orchestra Matterella torna con "A Patatì": un disco tutto da ballare!

Un trionfo di mandolini, violini, percussioni e chitarre. Una miscela equilibrata tra folk, jazz e pizzica, con quel tocco di Goran Bregović che ti fa saltare in piedi sulla sedia. Così si presenta al grande pubblico "A Patatì", nuovo ed interessante capitolo discografico della Orchestra Matterella.

Un disco dai colori brillanti, nel quale si alternano profonde critiche alla società e alla violenza ("Vaffancù";"Vomito"), a psichedeliche declamazioni onomatopeiche prive, almeno apparentemente, di senso ("Lerollero"). Ulteriore punto di forza di questo lavoro risiede nel suo saper interpretare la realtà contemporanea, facendosi parallelamente portatore della tradizione musicale e dialettale italiana. Diversi, infatti, sono i brani cantati in dialetto nel disco, i quali riescono ad integrarsi perfettamente nella variegata tracklist che lo va a comporre.

L’Orchestra Matterella ci propone quindi un album tutto da ballare, prodotto e arrangiato impeccabilmente. Sarebbe estremamente interessante vedere come se la cavano dal vivo questi ragazzi!

---
La recensione A Patatì di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2019-10-28 14:13:29

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • fabioscherani 2 anni Rispondi

    Ciao Davide,
    sono Fabio Scherani dell'Orch.Matterella. Hai scritto qualcosa di molto gratificante sul nostro lavoro e - con invidiabile sintesi - ci hai descritto in maniera impeccabile e garbatamente precisa. Grazie da parte di tutto il gruppo. Ho comunque piacere nell'informarti che le''psichedeliche declamazioni onomatopeiche'' sono! senza senso. E' un grammelot dal timbro meridionale che mi sale spontaneo quando non so che dire ... capita spesso. Talvolta certi vocalizzi si stabilizzano e vengono usati come segnali di allerta per variazioni tonali e ritmiche più o meno concordate.
    Il cd è stato rec. in diretta ''buona la prima'' nello Studio Extrabeat di Clive Simpson in solo 28 ore; questo per dirti che ''dal vivo'' spacchiamo.
    Su youtube c'è ''Se chiudo gli occhi'' - non è nella play list del cd perchè il ritornello è una citazione - per motivi di copywright abbiamo preferito non esporci.
    Ci ha fatto molto piacere leggere le tue parole così confortanti in un momento così difficile per tanti musicisti.

    Grazie