< PRECEDENTE <
RECENSIONE
17/10/2019

In assoluta anteprima ascoltiamo questo nuovo lavoro dei Barafoetida intitolato “777_ObscurA Somnia”, che uscirà il 29 febbraio del prossimo anno, data che ben sottolinea gli intenti della band veneta poiché se “anno bisesto anno funesto” si dice degli anni bisestili, allo stesso modo “album bisesto album funesto” si potrebbe dire di un album che decide di nascere proprio nel giorno in più dell’anno, presente nel calendario solo ogni quattro anni.

Insomma già dalla sua release date questo “777_ObscurA Somnia” richiama l’attenzione sui suoi riferimenti mistici e astrali, di cui non mancano tracce nei testi e nelle ambientazioni tetre e appunto “funeste” del disco.

Dopo un’introduzione strumentale, il brano “777”, che pur essendo il numero angelico sembra qui spalancare le porte dell’inconscio verso una dimensione onirica fatta piuttosto di tenebre e oscuri presagi, l’album si declina in dieci episodi piuttosto omogenei che raccontano di anime, inquietudini e tormenti.

Le costruzioni sonore sono di indubbia derivazione dark wave e la loro solida impalcatura elettronica fa da fil rouge alle evasioni strumentali che spaziano da influenze industrial a intenti psichedelici.

Dopo aver firmato la colonna sonora del film horror “Cripte”, di Fabrizio Spurio, i Barafoetida sembrano ancora una volta riportare nelle loro composizioni le atmosfere tipiche degli horror movie, per un disco che volutamente non lascia dubbi sul tipo di pubblico al quale si rivolge.

 

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >