Ethan "Flawed Guy" (EP) 2019 - Lo-Fi, Soul, R&B

"Flawed Guy" (EP) precedente precedente

Io non conoscevo Ethan, ma queste cinque tracce mi sono bastate per decretarlo miglior promessa dell’r’n’b italiano.

Adoro questi album di debutto: piccoli, curati, sentiti, autobiografici. Biglietti da visita studiati appositamente, senza strafare, senza esagerare, con cognizione di causa e buon gusto, Perfetti. Perfetti perché, mai come in questo caso, chiudendo gli occhi ed ignorando la provenienza dell’autore, penseremo di trovarci al cospetto di un prodotto in tutto e per tutto americano.

Io non conoscevo Ethan, ma queste cinque tracce mi sono bastate per decretarlo miglior promessa dell’r’n’b italiano. E non vorrei certamente farne un discorso razziale, ma la black music, sempre diffusa nelle radio, solo negli ultimi anni sta cominciando a prender piede nello Stivale. Le mood di “Flaved Guy” veleggiano abilmente dal sound di matrice anni 80 (alla Fuges) di “Madly” per passare al new soul di mostri sacri come John Legend e all’interpretazione “white” e maggiormente pop di Sam Smith a Justin Timberlake. Senza mai dimenticarsi le proprie origini, imbastendo l’intero discorso attorno alle proprie vicissitudini personali, in testi nei quali ogni ragazzo, nato dal 1990 in poi, può immedesimarsi.

Il termine di paragone più vicino è sicuramente Ainè, Ethan ha però sorvolato lo scoglio della lingua italiana proponendoci un ep dal forte impatto internazionale.

Un debutto con i fiocchi che ci lascia ben sperare in vista di un primo, e più copioso, album ufficiale.

---
La recensione "Flawed Guy" (EP) di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2019-10-28 16:07:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO