< PRECEDENTE <
album DEVOTIONS - Escape From Nowhere

Escape From Nowhere

DEVOTIONS

2019 - Urban, Metal, Hardcore

RECENSIONE
13/11/2019

Energia, carattere e tanto noise questo è il preludio, del nuovo album "Devotions" della band di Belluno Escape From Nowhere. 

Metal, tendenzialmente hardcore, undici brani, dove si miscela il ritornello stancante in inglese e le strofe in lingua italiana, il tutto condito con buone schitarrate qua e là e riconoscibile batteria. 

Gli "Escape From Nowhere" suonano con i denti, ossatura strumentale imponente, con frequenze sintonizzate sul rap andante. Un crush di generi, che spinge sulla personalità della band. L'album mostra i canini, ringhia e fa brutto ad un mondo che va troppo veloce, come le rime che forse un po' scappano in "Never Enough". 

No Regrets per Devotions, che va dritto e suona cattivo in un turbinio di esplosioni di suoni e di parole, che sfociano quasi nella psichedelia. Un album iponotico come può esserlo un pendolo che oscilla davanti ai nostri occhi. In copertina tutti gli elementi e i simboli di devozione. 

A Milano finalmente c'è il sole, io ascolto gli Escape From Nowhere e la loro "Is This a Bad Ending ?", ad alto volume, con tanto di finestra aperta sul cortile, la vicina di fronte, una donna sulla sessantina, sciura milanese, inizia a sbiricare. È tutto molto punk, are you ready ? 

 

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >