< PRECEDENTE <
RECENSIONE
11/12/2019

La canzone italiana vestita in abiti pop rock è protagonista indiscussa dei dieci brani che compongono “Fuori di me”, il nuovo lavoro dei Lost In Paradise. Il quartetto lombardo mostra una certa predisposizione per gli arrangiamenti tramandati dalla tradizione “mainstream” degli anni ’90 e primi Duemila (con riferimenti che vanno da Nek agli Stadio con qualche sfumatura in salsa Timoria) ma i nostri tirano a lucido l’impasto con suoni levigati e corposi e condendo infine il tutto con testi che raccontano storie quotidiane ed emozioni in cui non è difficile ritrovarsi.

Se il suddetto pop rock è il genere che la fa da padrone, in “Fuori di me” non mancano comunque le “evasioni”, dalla featuring rappata di KG Man nell’opening track “Routine” fino al bel giro funkeggiante di “Dritto a letto”. Fil rouge di tutto il disco sono le melodie orecchiabili enfatizzate dal bel timbro vocale di Mattia “Mike Rophone” Cavaliere, che un po’ ricorda quello di Giorgio Vanni (e “Sai cosa sento per te”, brano che Vanni e i suoi Tomato portarono al Festival di Sanremo nel 1992, per sonorità e tematiche è molto affine al lavoro di questa band). D’altra parte i Lost In Paradise hanno avuto a loro volta incontri ravvicinati del terzo tipo con il festival della città dei fiori, sia nel 2016, quando sono stati tra i finalisti di Area Sanremo, e sia a giugno di quest’anno, quando sono arrivati in finale a Sanremo Rock.

Il lavoro di questa band insomma vira sicuramente verso ambienti, come si è detto all’inizio, decisamente “mainstream”, e questo non è un male perché con la loro grinta ed energia potrebbero facilmente mettere in ombra i prodotti preconfezionati che ci propinano i talent. Glielo auguriamo e aspettiamo di vederli sul palco del Teatro Ariston.

 

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (1)
  • Veronica Cinelli 45 giorni fa

    Che scoperta! Non riesco più a togliermeli dalla testa!!

    > rispondi a @verycin
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >