< PRECEDENTE <
album Ragazzi Stupendi - Mai Stato Altrove

recensione Mai Stato Altrove Ragazzi Stupendi

2019 - Soul, Indie

RECENSIONE
20/11/2019

"Ragazzi Stupendi" di Mai Stato Altrove è un confessionale di sentimenti, amori e paure. Un disco "intrappolato in un ricordo di un ricordo", per citare la seconda traccia. 

Malinconia, piacevoli ballate, una spirale di ritornelli che ritornano un po' troppo spesso, come quello della seconda traccia. I temi sono sempre quelli, universali: non ti chercherò più "dentro gli occhi blu di una sconosciuta che non sei tu", no ho sbagliato cantante. Rewind: "Non ti aspetterò più" e così via fino ad essere contenti lo stesso, solo per abitudine, finendo per non essere sinceri con il proprio io.

Mai Stato Altrove per essere felice, deve accontentarsi, "Non devo fare finta" è il brano che convince di più. La voce risulta anche meglio, meno cantilenante. La produzione musicale è maggiormente accattivante. 

"Ragazzi Stupendi" è un album che ha bisogno di un'ulteriore ascolto per trovare maggiore riscontro e per poterlo apprezzare. Le cose immediate non sempre sono quelle che convincono, è giusto ricordarlo, dietro a questo album c'è studio e gusto per il raffinato. Intimamamente triste, tendenzialmente monocorde, destrutturato, la parte strumentale è quasi ridotta all'osso in un'architettura minimale e dalla lacrima facile. 

Mai Stato Altrove proviamo ad essere felici, almeno un po', seppelliamo i vecchi ricordi che per fortuna essite il sole, l'hai detto anche tu. 

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >