< PRECEDENTE <
album IN TRAPPOLA - Trappola

recensione Trappola IN TRAPPOLA

2019 - Rap, Pop, Hip-Hop

RECENSIONE
17/01/2020

Quante volte ci siamo sentiti "In Trappola" ? L' EP di Trappola ci manda in paranoia, si fa strada, si insinua con i suoi beat verso l'universo, raccontandolo, rendendoci parte di questo mondo e non mandandole a dire. 

Un buon inizio, un nuovo incipit per la scena rap nazionale. Il sound è fresco e attuale, molteplici sono i riferimenti alle sonorità mondiali, le rime sono in italiano, ma con uno sguardo rivolto verso l'internazionale.

Un progetto di denuncia velata, di ribellione meno urlata, ma non per questo meno efficace. L'ultima traccia: " Re della trap " è quello che almeno un paio di volte ognuno di noi ha pensato riguardo al genere di rifeirmento, e a quello che ascoltiamo in giro. Giochi di parole, che ingabbiano il sistema cerebrale, lessico scelto e clichè rivisti e citati con ironia. 

" In Trappola " è rap, è hip- hop, è decisamente pop, è anche reggae, con un pizzico di funky, che non guasta mai. Nuovi modi di vedere e di interpretare il sound, senza prendersi troppo sul serio. 

Una trappola è solitamente un dispositivo per catturare gli animali e il nuovo Ep dell'omonimo rapper è come una sorta di agguato, dove rischi di "cadere in un mare di squali".

 

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >