NUCLEOS CONTROCORRENTE 2019 - Grunge, Alternativo, Rock d'autore

CONTROCORRENTE precedente precedente

Un disco di onesto rock anni ’90, con influenze grunge e alternative rock americano.

A dispetto di un titolo che fa presagire altrimenti, “Controcorrente” dei trevigiani Nucleos si rifà in realtà a stilemi musicali chiari e codificati, ponendosi nel solco di una tradizione rock che ben si è definita nel corso degli ultimi decenni. Le influenze di questo breve album –sei canzoni, per una durata totale inferiore alla mezz’ora- vanno ricercate negli anni ’90 del rock americano, quando una parte dell’alt-rock statunitense ha dato vita al grunge: i riferimenti sono quindi i Pearl Jam piuttosto che i Nirvana. Un uso accorto delle tastiere, poi, riesce a conferire un vago sapore new-wave ad alcuni brani (“Mantide uccide i sogni”, “Un giorno nuovo”).

La doverosa premessa da tenere in mente quando si inizia l’ascolto di questo album è che non ci troviamo di fronte ad un’opera che rivoluzionerà la storia della musica con le chitarre, né i suoi autori hanno probabilmente mai avuto questo obiettivo. Ciò che manca dal lato dell’innovazione è però controbilanciato dal punto di vista strettamente esecutivo: le canzoni funzionano, e riescono a riproporre in maniera convincente, senza stucchevolezze nostalgiche, un rock ‘90s asciutto e senza fronzoli, che fa dell’essenzialità uno dei suoi punti di forza; a riprova del fatto che iper-produzioni e arrangiamenti sontuosi non servono a nulla, se le canzoni, l’elemento fondamentale, sono deboli e confuse. Fortunatamente, però, questo non è il caso dei Nucleos. Se riusciranno a unire questa solidità compositiva a un briciolo di voglia di rischiare in più, le loro potenzialità emergeranno molto più chiaramente.

---
La recensione CONTROCORRENTE di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-01-29 19:51:33

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO