< PRECEDENTE <
album Io...SELMA. - Selma Ben Abdelali

recensione Selma Ben Abdelali Io...SELMA.

2020 - Pop, Indie, Etnico

RECENSIONE
11/02/2020

Un'adolescente che vuole fare musica rappresenta sicuramente una ricchezza e come tale va incoraggiata a prescindere. A soli 16 anni, a Palermo, la cantautrice siculo-tunisina Selma Ben Abdelali ha realizzato l'album "Io...Selma", in cui racconta la sua ricerca di un posto nel mondo dopo la fine del primo amore. "Io, col mio carattere di merda..." è un inizio di brano abbastanza fulminante: l'ultima traccia del disco, infatti, richiama alla mente la spontaneità dell'esordio di Levante con "Alfonso" e nel complesso ha qualcosa di particolare, quasi come se fosse una trasposizione adolescenziale di "Almeno tu nell'universo" di Mia Martini, oggi, con le dovute proporzioni. Per il resto c'è molto da lavoro da fare.

Selma dovrà migliorare nella scrittura, rifinire i testi, limitare le rime in "-are", continuare a studiare canto e correggere gli errori: ad esempio, al posto di "so che che quando arriverà questo momento non sarò felice e di questo non mento", sarebbe giusto dire "su questo non mento". A tratti sembra che voglia usare un un modo di esprimersi "adulto" ma il risultato appare forzato e retorico: potrebbe invece trasformare il linguaggio colloquiale e diretto della sua età in un punto di forza. C'è poi da decidere se "ripulire" la dizione o rendere la pronuncia a tratti meridionale un marchio di fabbrica, un po' sulla scia di Emma Marrone.

A proposito di famosi cantanti pop, forse Selma potrebbe inoltre individuare dei punti di riferimento artistici e seguire la loro direzione: Ghali, per fare un esempio, ha il suo stesso mix culturale e sta portando avanti un percorso molto elettronico e contemporaneo. La cantante dovrà comunque crearsi un'identità artistica forte e originale, magari cercando l'intersezione tra le proprie origini tunisine e l'Italia, come almeno in parte ha tentato di fare nelle sonorità di "Insieme noi": giocare con le lingue e spingere di più su suoni etnici potrebbero essere due ulteriori frecce al suo arco. Anche i brani "Avrei fatto di tutto" e "Ho scelto te", nella loro semplicità, contengono spunti interessanti ma bisogna svilupparli, perfezionarli, farli maturare e modernizzare il tutto radicalmente. La speranza è che questi consigli e incoraggiamenti siano utili e che Selma continui a crescere con la musica.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >