< PRECEDENTE <
album Glitter - Monica Farrson

recensione Monica Farrson Glitter

2020 - Lo-Fi, Pop, Elettronico

RECENSIONE
04/02/2020

Bedroom Pop da Reggio Emilia. Non avevamo i soldi per mangiare vegan”.

Questo è tutto quel che recita la biografia dei Monica Farrson. Che poi, emiliani vegani, cosa vogliono farci credere? Suppongo siano un duo, non mi resta che ascoltare il loro primo EP.

Glitter è un lavoro grazioso ed estremamente curato, per quel che posso significare curare un prodotto homemade, ha quel fascino artigianale da marmellata della nonna e un gusto particolare del tutto estraneo alle logiche dell’appiattimento discografico. Cinque canzoni che veleggiano sull’andamento di Stanza Singola, il disco solista di Franco 126, ma senza l’accento romano, qualche sprazzo di elettronica da cameretta di chiara impronta contessiana. Interessante lo svolgimento dei testi, le canzoni, pur essendo spesso dichiarazioni d’amore, con una sorte di dolce nichilismo, vertono spesso sui problemi, sui difetti della propria amata. Poetico e cool, non è rap non è cantautorato, se volessimo prendere ad esempio qualche riferimento moderno potremmo citarvi See Maw. Un album graffiti pop che si è spostato gradualmente e con gusto dalle influenze urban.

Bello.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >