Nomotion Funeral Parade Of Lovers 2019 - Gotico, Dark, Garage

Funeral Parade Of Lovers precedente precedente

Un viaggio sorprendente e allucinato

Funeral Parade Of Lovers è il titolo del primo disco dei Nomotion, band friulana attiva dal 2014 e con tanta tanta gavetta live alle spalle. Tra le loro comparsate dal vivo possono vantare anche un'apertura a nientepopodimeno che i Protomartyr.

Nei precedenti ep le sonorità si avvicinavano al country-rock tipicamente anni sessanta, ma etichettare questo disco in un solo genere appare davvero complicato. La stessa band prova ad autodefinire il suo come una sorta di southern gothic rock.

In effetti, già dalla title-track di apertura, sembra quasi che gli Him si siano fusi con i Lynyrd Skynyrd in un ibrido veramente improbabile ma che stranamente sembra funzionare. Melodie vagamente allegre su atmosfere da cimitero, amori omicidi e dipendenze varie. Un risultato stupefacente e allucinato, che tuttavia cerca di riprendere a sprazzi strade più "battute" dai grandi classici, come per esempio in Black Aura in cui emergono vaghi richiami agli Smiths, o ancora nella splendida Glasgow Smile, nella quale sono evidenti gli echi del caro vecchio Nick Cave nella veste più rock'n roll possibile.

Ascoltare Funeral Parade Of Lovers è praticamente un viaggio a tappe nei più sudici locali notturni di provincia, vestiti con anfibi, giacche di pelle con la toppa dei Motorhead e il cappellone vinto con due pinte all'Irish Festival di un St. Patrick's Day di un qualsiasi anno cancellato dalla propria memoria.

---
La recensione Funeral Parade Of Lovers di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-02-20 11:52:56

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO