Niccolò Bosio L'Odore Di Benzina 2020 - Cantautoriale, Indie, Acustico

L'Odore Di Benzina precedente precedente

Soave e leggiadro, Niccolò Bosio con L'Odore di Benzina ci diverte e ci rende tutti quanti più dolci

Beh, lo sappiamo e lo sapete: questo è proprio un periodo strano però ascoltare Inciampo, la settima canzone di L'Odore di Benzina di Niccolò Bosio ci ha fatto davvero un effetto particolare. Sì, insomma, ci ha messo addosso una sorta di brio misto a malinconia difficile da definire ma che, forse, voi conoscete molto bene. E proprio in sospensione tra dolcezza e malinconia si assesta questo disco. Un disco di cantautorato acustico vecchio stile, non vintage, ma proprio dal sapore di tradizione, di grande tradizione italiana. Su questa solida base Bosio appoggia tutta la sua sconfinata leggerezza, leggerezza che si può percepire in maniera molto chiara soprattutto negli arrangiamenti.

Ecco, su questo punto ci piace concentrarci. Infatti spesso, troppo spesso, in particolar modo i cantautori, si focalizzano sui testi delle loro canzoni, lasciando che gli arrangiamenti siano semplicemente degli accompagnamenti alle loro liriche. Bene, qui non succede, qui Bosio orchestra con leggiadria i propri pezzi che, proprio grazie a questo, ci appiano immediatamente più maturi della media anche se si sta parlando, a conti fatti, di un esordio.

E quindi questa mescolanza di maturità e fanciullesca leggerezza ci è piaciuta veramente tanto. Bravo Niccolò Bosio, bravo davvero e adesso siamo ancora più curiosi di poter ascoltare di più! 

---
La recensione L'Odore Di Benzina di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-04-11 08:08:32

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • B.Bruno 16 mesi Rispondi

    Buongiorno a tutti. Bellissimo lavoro da parte di questo artista che onestamente non conoscevo ma ora seguirò sicuramente con un occhio di riguardo in più. Un cantautorato spontaneo e leggiadro, dal gusto un po' retro' e malinconico. Mi sembra di ritornare negli anni '70 quando non si pensava alla crisi economica ma si volava sulle ali della musica e non si desiderava altro. Molto, molto bello.