09/12/2005 di Francesca Gaiotto / Violentine

Questo è puro divertimento. Questa non è musica, ma si, non è cabaret, ma si, non è comicità, ma si. L’intenzione comunicativa è chiara per i Fanali di Scorta con questo gioioso "Beby Tawn Uan": divertire, con stile sicuramente. Un filone che si apre a raggera fra atmosfere ilari e spensierate, supportate da un tappeto musicale curato e da testi spassosi, che talvolta parlano di spaccati reali che toccano tutti noi, dentro. Vedi l’olezzo sui treni dell’ante guerra.

I quattro brani scorrono leggeri e piacevoli, il prodotto rasenta la perfezione esecutiva.

Sicuramente una band da godere dal vivo, dove le dinamiche su cui giocare sono svariate, e l’impatto cambia. Per gli appassionati del genere è un cd da possedere, per supportare chi ancora sa offrire uno Zibaldone di spettacolo. Personalmente non afferro il mood, ma non nascondo che per curiosità ho scaricato anche “L’arrotino” dal loro omonimo sito e al ritornello un boato di risate ha attraversato il mio condominio.

Però acustiche-multiformi-elettriche-basse nelle presentazioni lo avrei risparmiato.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati