Sattamassagana s.t. 1999 - Pop

precedente precedente

I componenti dei giavenesi Sattamassagana suonano insieme da parecchio tempo: nel corso degli anni, attraverso alcuni cambiamenti di formazione e nome, sono passati da un'iniziale amore per il rock blues ad una più diretta ispirazione rock'n'roll. Rock 'n'roll inteso più come spirito che come genere, ovvero un'attitudine che unisce l'hard rock di Cheap Tricks e Kiss, il pop -punk dei Ramones (le cui cover vengono riproposte dal progetto parallelo "Pippo's"), il crossover funkeggiante dei Red Hot Chili Peppers e l'hardcore. In poche parole, il tentativo di unire immediatezza ed energia, ambizione illustrata da questo CD-R ottimamente registrato in proprio. I momenti più riusciti sono perciò quelli più immediati e scarni, dall'andatura pop-punk ("Festa") oppure funkeggiante ("Piove", dall'ottimo groove iniziale). L'iniziale "Baciami" si apre con un coinvolgente riff di chitarra, poi la canzone si evolve in un finale hardcore decisamente fuori posto, affossato da una prova vocale un po'troppo lineare. E' proprio la voce che in alcune occasioni difetta di personalità, soprattutto in "Aria", ballata acustica troppo "sanremese" e banale (anche nel testo), e "Bucami", un hard-rock decisamente trito. Il basso sicuro ed efficace di Filippo Belletti, che conosce i trucchi del mestiere, e la chitarra dalle venature hard-blues (capace anche di incursioni nel funk) di Andrea Arghinenti fanno ben sperare negli sviluppi del gruppo, che può puntare ad una maggiore fluidità e immediatezza "pop", visto che l'energia e l'entusiasmo non mancano di certo, come dimostrano i loro concerti. Un bel "gabba-gabba- hey" di incoraggiamento, come direbbe Joe Ramone...

---
La recensione s.t. di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 1999-06-30 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia