She Likes Winter Bruises 2020 - Indie, Elettronica, Alternativo

Bruises precedente precedente

She Likes Winter: Bruises

A tre anni di distanza dall'ep d'esordio, gli She Likes Winter tornano in veste completamente rinnovata con il nuovo album "Bruises".

Il disco è composto da otto tracce che vedono la partecipazione di una nuova cantante e l'abbandono forse definitivo della batteria in favore dei synth e della drum machine per piegare il sound in maniera decisa verso l'elettronica. Il taglio pop dei brani è conservato, pur accostandosi ad atmosfere nuove a cavallo tra il dreampop e la new wave più morbida degli anni Ottanta. "Asynchronica" è il brano d'apertura ideale per descrivere i punti cardine della trasformazione, con la voce che diventa ancor di più il faro guida dei brani: delicata e vagamente dark. Più squisitamente pop è invece il singolo "Bruises", in cui alle atmosfere morbide si aggiunge una chitarra che conferisce al brano un sapore ancora più nordico. Tra i brani migliori si segnala "Varsavia", oltre sei minuti di sonorità glaciali e malinconiche che rendono omaggio a due maestri diversissimi ma entrambi enormi: Chopin e Battiato. L' unico passaggio a vuoto del disco sembrerebbe essere "Giselle", il solitario brano in italiano che arriva in maniera del tutto spiazzante, avvicinandosi troppo ad un campo minato di melodie pop radio friendly ma di quelle tipo Radio Italia.

Tutto sommato "Bruises" è un disco che fa il suo dovere, una carrellata di buonissime canzoni pop malinconiche e profondamente invernali. Le atmosfere si costruiscono melodicamente in maniera saggia attorno ai synth e alla splendida ed efficace voce femminile, certamente un punto di forza di questo progetto rinnovato.

She Likes WinterBruises Indie, Elettronica, Alternativo
00:00

---
La recensione Bruises di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-06-04 08:47:01

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia