< PRECEDENTE <
RECENSIONE
23/10/2005 di Alberto Motta

Innanzitutto lo scoop: i Dirty Actions si riformano. Anzi, dalla diretta mail di Grieco: “Non è una reunion ma ci sono soltanto io alla voce e tre nuovi musicisti di Milano: basso, chitarra, batteria”. Ed ora facciamo un passo indietro e diamo un senso a questa recensione.

Presumibilmente inizio 2005. Gianfranco Grieco, autore di testi e musiche nonché cantante dei liguri wave-punkers Dirty Actions mette mano alla soffitta. Risultato delle pulizie di primavera è un cofanetto silver plated ed extralusso contenente un cd di live carpiti dalla torrida Liguria ‘82 - titolato “P/funk” - e un cd raccolta del gruppo presi in diversi momenti salienti, tra live a Milano, demo, sessioni di sala prove, remix e pure il videoclip (!) del brano “Rosa Shocking”. L’operazione griechiana cattura la nostra attenzione grazie alla capacità di tratteggiare la carica dissacrante, irriverente, situazionista, cazzona e autolesionista della musica tra ’79 e ’82, obbligandoci (ed è sempre cosa buona e giusta) a confronti con la produzione nostrana contemporanea. Soprattutto le tracce live mostrano un’attitudine sinceramente punk, con larsen a sovrastare intere parti di brani senza che alcun musicista mostri segno di cedimento esecutivo. Del resto proprio il libretto resta a conferma di quanto le nostre orecchie ci dicono: le sue trenta e più pagine di interviste, articoli, stralci, recensioni, mostrano una band sfasciata già sul nascere e strafottente all’estremo in affermazioni quali: “noi saremmo musicisti? Ma fateci il piacere”.

Scomodo, fastidioso, difficile, brutto e pure antipatico insomma questo cofanetto limited edition dei Dirty Actions; e se consideriamo che oggi i Ramones divengono sincronizzazioni per le pubblicità non possiamo trovare complimento migliore per Grieco e compagni. Ulteriore estratto dal libretto; la bella recensione di Federico Guglielmi alla deriva più dance e wave dei DA nei brani “Bandana Boys” e “Dance Hit”, con indicazioni per l’acquisto dell’audiocassetta via posta (ovviamente non elettronica). Guglielmi così chiudeva la recensione nell’ 82: “per i Dirty Actions, in definitiva, una prova da valutare positivamente…'Bandana Boys' e 'Dance Hit' sono quindi promossi a pieni voti, almeno secondo il mio giudizio”. Approvo e chiudo.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >