The Donkey Is Rebelling Against The Farm Rules Riding 2005 - Rock, Country, Blues

precedente precedente

Sax, chitarra, banjo, rock’n’roll, country, voce dalla registrazione lo-fi, blues, Texas, Messico, Messina. Ed un nome bello lungo, The Donkey Is Rebelling Against The Farm Rules. Questi i primi elementi a favore del lanciatissimo quartetto siciliano, che con “Riding” esordisce autoproducendosi sotto la propria neonata etichetta, la Bad Farm Records. Quaranta minuti di musica con swing e classe, ben realizzata, con questo ciondolante approccio sudista che risulta da subito gustoso ed adatto sia a brani ritmati come le iniziali “Donkey” o “The Land Of The Sun”, sia a pezzi più melanconici e contemplativi come “Why”, “Love Song” o la bella “Sadness”. Melodie indovinate che vanno velocemente a memoria, buona conoscenza di forma e sostanza, unico neo un sottile ma diffuso sapore di déjà entendu, le cui cause sono da ricercarsi in una certa staticità stilistica che rende la durata del disco leggermente eccessiva, quasi ci si trovasse ad un cioccolatino di troppo dalla giusta porzione.

Ad ogni modo non si può negare che il risultato sia degno di considerazione, anzi ci si chiede cosa potrebbe risultarne se le storie fossero narrate in italiano, cosa potrebbe venirne fuori in un eventuale concertino. Speriamo che tutti i dubbi che permangono vengano risolti dai The Donkey Is Rebelling Against The Farm Rules, che già divertono ma possono osare di più, guardare più lontano, cavalcare verso est. Anche se forse preferiscono crogiolarsi dove sono e godersi ciò che di buono porta il vento.

---
La recensione Riding di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2006-01-05 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia