< PRECEDENTE <
album Storie - Daniele Paesano

recensione Daniele Paesano Storie

iMusician 2020 - Cantautore, Folk, Pop rock

RECENSIONE
30/06/2020

Oggi si pensa che sia vita solo quella vissuta ad occhi aperti, ma sappiamo bene che si vive anche quando si dorme. A Daniele Paesano sembra interessare un altro tempo esistenziale oltre il tram tram di tutti i giorni, quello dell’attesa dominato dal desiderio, dal sogno. Eccolo, dunque, a raccontarci la sua teoria in musica: le storie accompagnano quotidianamente la nostra vita, di giorno e di notte, e rappresentano una straordinaria fuga dalla realtà. “Storie” è un album di canzoni tra sogni ad occhi aperti, visioni notturne e dolce far niente, in attesa di un futuro migliore. Lo stile appare ironico e beffardo, a tratti malinconico, mentre la musica cerca ispirazione in un folk impegnato, nella canzone d’autore e in un rock ordinato. Il nostro cantastorie sembra voler sdrammatizzare sulle tragedie della Storia e di ciascuno, senza per questo proporre musica poco seria; tuttavia la sua scrittura ha bisogno di essere affinata, sebbene l’intelligenza compositiva non manchi.

Partiamo con l’ascolto. I personaggi si affacciano in sequenza, dal primo all’ultimo pezzo, ognuno con le proprie storie da raccontare: alcuni professionisti sghembi fanno soldi togliendoti pure l’anima (“L’ingegnere & L’avvocato"); Sacco e Vanzetti cantano il loro sogno perduto (“Nick e Bart”); una bimba gioca con le parole dei libri mentre i grandi fanno la guerra (“La bimba di carta”); “La montagna” parla di un lontano tempo di bellezza, rivelando l’incubo di un disastro ambientale pronto a seppellirla. Poi si continua con il rock delle streghe di Salem arse vive nel bosco, con il folk ritmico di “Muncacidd” dal berretto rosso fuoco, e con le dolci melodie di “Vola”, “Il regalo”, “Notte”.

La realtà di “Storie” non è unidimensionale e ci racconta la vita da angolazioni differenti. Un buon cantastorie è come un topo che annusa tutti gli angoli, ed è da lì che nascono i racconti più avvincenti, nelle cantine; un abile cantastorie non perde mai di vista la scrittura, perché è attraverso di essa che le storie prendono vita.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti