< PRECEDENTE <
album UmarHell - PDD

recensione PDD UmarHell

2020 - Punk rock

RECENSIONE
01/07/2020

Attivi da circa quindici anni e con un bel po' di esperienza concertistica alle spalle, i PDD approcciano il nuovo decennio rilasciando un extended play dal titolo di lombarda genialità: “UmarHell”, con tanto di anziano in copertina.

Il disco, firmato in totale autoproduzione, è composto da sei tracce in piena linea artistica con quanto espresso nel corso dell'intera carriera: punk-rock, a tratti melodico a tratti più serrato. Le tracce lasciano intendere, senza creare troppe commistioni di genere, anche determinati trascorsi riconducibili al mondo dello ska; quello che invece si riesce a percepire con chiarissima lucidità è la robustezza e la coerenza che si trasmette attraverso l'intero ascolto: fare muisca punk è quasi una missione per la band milanese, sicuramente un'attitudine che prescinde da mode e direzioni del momento.

Così è (se vi pare).

Citando Pirandello, cerco la sintesi giusta per esprimere cosa ci si può attendere da questa prova in studio: non ci sono fronzoli e si porta avanti un discorso musicale radicato. Per gli appassionati di genere è di certo un episodio piacevole e convincente, ma c'è la giusta serenità di affermare che anche ai neofiti non dispiacerà.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti