Split DGF 2020 - Glitch, Noise, Elettronica

DGF precedente precedente

Un inconsueto split album che gioca coi suoni, le parole e le modalità compositive.

Esperimenti da lockdown in salsa elettronica: i Mata e i moraljetlag firmano questo inconsueto split album giocando coi suoni, le parole e le modalità compositive.

I cinque pezzi che compongono “DGF” infatti nascono dal desiderio di condivisione, più che mai accentuato dall’impossibilità di relazioni umane fisiche. Il risultato è una compilation di elementi sonori selezionati attraverso cartelle condivise e mescolati in un’esperienza caotica e vorticosa, estrema e liberatoria, che mette in primo piano l’estetica del suono e la sperimentazione, sacrificandone in maniera deliberata la musicalità.
Così come le componenti che ne costituiscono i brani, anche le lettere che formano l’acronimo del titolo vengono rimescolate dando vita a nuove combinazioni e lasciando all’ascoltatore il beneficio dell’interpretazione.

“DGF” diviene così un salto atipico dentro atmosfere astratte: intrigante per chi è affascinato dal rumore, dalla glitch music e dagli esperimenti sonori, molto più ostico per chi approccia all’ascolto senza l’opportuna preparazione.

---
La recensione DGF di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-08-16 10:44:35

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO