< PRECEDENTE <
album L'ansia di Fred - L'ansia di Fred

recensione L'ansia di Fred L'ansia di Fred

2020 - Stoner, Hard Rock

RECENSIONE
14/09/2020

L’ansia di Fred è un power duo rock italiano, e in teoria sarebbero solo un dato geografico ed uno sulla formazione della band. E invece in entrambe le definizioni c’è più di qualche informazione sul contenuto di questo primo, omonimo, lavoro della band. Negli ultimi anni, quando parliamo di power duo viene facile pensare a band come Royall Blood e Death From Above 1979, e questo è uno di quei casi in cui non si sbaglia a farlo: non solo perché con le band sopracitate i toscani condividono il set-up con batteria e i suoni di basso e chitarra ‘riassunti’ in una soluzione unica e super distorta: in comune, soprattutto con i Royal Blood, L’ansia di Fred condivide anche un certo tipo di sound e scrittura. Parliamo di quell’hard rock moderno che ormai potremmo anche definire rock da power duo, e che è una miscela di stoner/alternative affilato, tirato a lucido ed accelerato, garage rock e hard blues alla Jack White solista, melodie post-grunge. Per trovare qualche riferimento di power duo nostrano, i Bud Spencer Blues Explosion sono un altro gruppo che risuona qua e là nelle 6 tracce del lavoro. Ma quando abbiamo detto ‘rock italiano’ ci riferivamo in realtà a qualcos’altro, ad un certo tipo di linee vocali, di testi, di adattamento della forma canzone alle strutture rock, che è tipico di parecchi gruppi del bel paese e che ritroviamo anche qui. Ancora più specificamente, qualcosa della scrittura del disco ci ha ricordato i Ministri; nel ringhio della voce, nel toni dei testi e nelle melodie, ma soprattutto in quell’urgenza adrenalinica e al tempo stesso malinconica ed amara. Il duo toscano riesce ad infilare breakdown muscolari e ritornelli da sing along senza mai risultare troppo smargiassa o scadere nel rock pomposo, ma anzi gettando con più convinzione nel diario di ansie, idiosincrasie e debolezze che le sei canzoni raccontano con sguardo acuto e vocabolario attento. Certo, non c’è nulla di nuovo nella formula, nel sound o nell’attitudine (del resto non c’era neanche nei Royal Blood, anche se la confezione era nuova di zecca), ciò non toglie che L’ansia di Fred è una band tagliente e diretta, con un sacco di cose da dire e da suonare, che riesce a farlo senza quasi fare passi falsi (al massimo qualche momento troppo didascalico) e probabilmente può farlo anche meglio. Quasi a dimostrare, se ce ne fosse bisogno, che anche se non si rinnova il rock in questo paese può ancora avere una voce necessaria e non facilmente sostituibile.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti (1)
  • danil 14 giorni fa

    kitarre kasabian.. ripetitivi.. niente di originale

    > rispondi a @danil
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
> PROSSIMA >
Pannello

TOP IT

La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

vedi tutti

ULTIMI ALBUM

Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

vedi tutti
Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani