Gabriele Bombardini Short Stories 2020 - Strumentale, Sperimentale, Ambient

Short Stories precedente precedente

Un lavoro molto complesso e dalla natura variegata

Ascoltare "Short Stories" di Gabriele Bombardini oltre che un'esperienza, quasi a tutto tondo, è letteralmente un cimento. Già perché il lavoro dell'artista di Ravenna, per altro grandissimo appassionato di pittura, si delinea come una sorta di riproposizione in musica delle "serie" di quadri dei pittori più famosi (se state pensando a Monet non siete troppo distanti). Ovvero si parte da un concept abbastanza forte ma anche vago il giusto per permettere di sperimentare e poi si inizia un viaggio, lungo ben diciannove tappe/tracce che ci porta a scoprire tutte le sfumature sonore di Bombardini.

Queste sfumature si attestano su un ambient rumoristico, per così dire, in cui si comprende bene come il ravvenate sia anche e soprattutto un chitarrista (per altro con un bel po' di esperienza sulle spalle). Ci sono perciò numerosi, e anche gustosi, intarsi strumentali in questi pezzi che, occorre dirlo, tuttavia proprio per il loro numero potrebbero risultare annichilenti per un ascoltatore un poco distratto. Ecco, perciò, il nostro consiglio spassionato è di armarvi di pazienza e, soprattutto, attenzione nel cimentarvi all'approccio con "Short Stories". Non sarà un viaggio facile o semplice ma, sicuramente, appagante. L'importante è non dimenticarsi la strada per tornare indietro, altrimenti si è perduti. 

---
La recensione Short Stories di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-10-09 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • nfym 7 mesi Rispondi

    +