< PRECEDENTE <
album X me Marco Puccetti

recensione Marco Puccetti X me

2020 - Pop, Big Beat

RECENSIONE
17/11/2020

Muove simpatia Marco Puccetti, e il suo “X me” si presenta come un ep a colori che descrive paesaggi sonori al confine tra il pop e il big beat dai contenuti per lo più riferiti ad un mondo privato e quindi unico. Il suo cantato non spariglia le carte, né cambia direzione ma arriva un po' scombiccherato e malinconicamente out, per farci sorridere delle assurdità dell’esistenza. Fosse un film, sarebbe una produzione alternativa dalla trama quasi inesistente ma giocato sui primi piani delle espressioni del protagonista.

Viso tirato, occhi in continuo movimento, labbra serrate, ecco il ritratto ansiogeno di “Gettato via”, un pezzo dall’intimismo dolce e dolente che riflette sulla frenesia del vivere. La bocca si schiude e sussurra un monito: “la verità non è una corsa, il tempo è breve, la musica non durerà”. Il viso si distende, le palpebre si abbassano, e un leggero sorriso fa entrare la “Primavera” in una stanza fredda. I colori accendono il respiro e un tempo nuovo si affaccia, fatto di pensieri vivaci e di rinnovata luce negli occhi; siamo immersi nella brillantezza melodica e nell’arrangiamento espressivo di “X me”. Lo sguardo duro di “Crudestein” si apre al pop rock e diventa beffardo e mordace in “Almeno”.

Lavoro non male, con un sound cangiante, dinamico che funziona e che chiede di essere apprezzato.

 

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani