< PRECEDENTE <
RECENSIONE
17/01/2006

Dai Solar Lodge ai Solar Orchestra cambia poco. Il capobanda è sempre Enrico Angarano, l’approccio quello sperimentale, la matrice elettronica. Si parla di orchestra non a caso e nemmeno per eccesso di megalomania, ma per mettere in chiaro quanto e come il nuovo gruppo sia la sommatoria di musicisti dal differente background, allo stesso tempo accomunati dalla medesima sensibilità artistica.

“We Are What We Play”, però, più che il risultato slegato di una volgare addizione, converge in un progetto che ha adottato il verbo della ricerca e della sperimentazione, in grado di dare vita a un linguaggio univoco, omogeneo. Che parla sì in modo forbito ma non ha bisogno di chissà quali spiegazioni per riuscire a farsi comprendere.

La Solar Orchestra si esprime facendo ricorso alla chitarra elettrica del già menzionato Enrico Angarano, al centro di quasi tutte le composizioni del cd, e la affianca all’efficacia dei samples elettronici, della drum machine, in qualche caso (come in “Etoiles Jouet”, l’unico episodio in cui fa capolino il canto, e “Crazy Guelder Rose”) all’arco di un violoncello. Ne escono fuori composizioni dal suono straniante, che lasciano spazio non solo ad atmosfere dal sapore avanguardistico, ma anche a soluzioni che rincorrono divagazioni etniche (l’orientaleggiante “Silence Is Fullness”) se non (purtroppo…) di vago sapore new age (ancora “Crazy Guelder Rose”). Non mancano quelli che potrebbero sembrare omaggi a qualche pellicola poliziesca degli anni ’70, preferibilmente di serie B (l’opener “Cinematic Heart”) nonché occasioni per dare fiato a giochi di voce rarefatti e ad affascinanti campionamenti di archi.

Un disco difficile solo all’apparenza, ricco di più di una giustificazione per non essere accantonato nel solito angolo buio e polveroso dove finiscono, prima o poi, i dischi difficili da catalogare.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani