15/12/1998

E' strano iniziare a leggere un libro ("Il lupo della steppa" di Hermann Hesse) e poco dopo ricevere un CD (questo dei Soluzione) e accorgerti che all'interno del libretto del CD c'e', in bella vista, una citazione tratta da quel libro! Il "Sentire Confuso" a cui fa riferimento il titolo e' dunque lo stesso che prova Harry nel libro di Hesse: e' un essere scontenti di se' e non saper bene quello che si vuole fare, la sensazione di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato... La new-wave dark si presta bene a questo clima psicologico e dunque il lavoro dei soluzione e' coerente con se stesso. In complesso e' un lavoro meditativo e riflessivo che trova i suoi episodi migliori in "Il Treno", "Sentire confuso" e "Res inexplicatae volantes". In quest'ultima i Soluzione tentano anche di giocare con le dissonanze e coi rumori, ma solo per poco. Meno incisive "Non si cambia" e "Cosa mi salva" forse rese un po' pesanti dall'eccessivo riverbero sulla voce, per altro presente in tutti i brani... (qui pero' trovo che il suono si impasti un po' troppo).

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati