D.In.Ge.Cc.O Linear Burns 2020 - Indie, Elettronica, House

Linear Burns precedente precedente

Un esordio che costituisce una dichiarazione d'amore al mondo dell'elettronica e alle sue mille sfumature.

È sicuramente un brutto periodo per gli amanti dell’elettronica e del clubbing ad essa associato: quando è stata l’ultima volta che siete stati in un club? A sentire cosa? Personalmente, sono domande alle quali faccio fatica a rispondere. Mai come in questo momento è quindi necessario trovare dei surrogati per mantenere viva una passione che attualmente non trova occasioni per manifestarsi.

Fortunatamente D.In.Ge.Cc.O (moniker terribile, sono d’accordo) con il suo album d’esordio “Linear Burns” ci viene incontro. Il risultato è un viaggio, un itinerario tracciato esclusivamente dal gusto dell’artista, nel quale la musica elettronica viene declinata nelle sue moltissime forme e contaminazioni. Si parte con la dance dalle influenze jazzate di “Jazzy Transforming Nazi”, per poi passare alle atmosfere retrofuturistiche di “Lovely Crooked Streets” e alla chillhouse di “Much More Funky Than Bacon Eggs”. Altri episodi notevoli sono “Glorydumm”, in grado di coniugare l’amore per progressive e vaporwave, “Chicago”, inno ad una delle capitali dell’elettronica mondiale, e “Foreign Doors”, probabilmente la vera hit assoluta del disco, capace di trascinare sulla pista anche i ballerini più riottosi. Ovviamente, trattandosi di un disco molto corposo (dodici canzoni per complessivamente più di un’ora di musica) è comprensibile che non tutti i brani risultino allo stesso livello. Episodi come “Can’t Believe I Made It” e “Just One Drink To Me To Join You” non suscitano altrettanto entusiasmo quanto i pezzi precedentemente citati.

Complessivamente parlando, ad ogni modo, “Linear Burns” è un album che costituisce un’ode d’amore al mondo dell’elettronica, in grado di coinvolgere chiunque nel proprio omaggio ad un panorama musicale tanto vasto ed eterogeneo quanto capace di sedurre chiunque vi si affacci. Un ottimo palliativo, nell’attesa di tornare a scatenarsi sul dancefloor.

---
La recensione Linear Burns di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-11-29 00:47:31

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO