< PRECEDENTE <
album Manicomi De Sfroos

recensione De Sfroos Manicomi

Artist First 2020 - Cantautoriale, Folk

RECENSIONE
04/12/2020

Venticinque anni dopo la sua prima pubblicazione, “Manicomi” dei De Sfroos torna tirato a lucido con una versione rimasterizzata negli studi della Radio Televisione Svizzera.

Qui dove tutto è cominciato: prima della carriera solista di Davide Enrico Bernasconi, alias Davide Van De Sfroos, prima di una lunga carriera di musicista e di scrittore, prima delle partecipazioni al Festival di Sanremo e di essere citato dagli Elio e le Storie Tese su “Complesso del primo maggio” come prototipo di un certo tipo di musica etnica. “Manicomi” è il punto di partenza di una band che ha riscoperto le proprie radici e le ha fatte emergere raccontando il territorio e le sue storie, utilizzando il dialetto come un punto di forza.

Brani che hanno resistito egregiamente agli anni e che riascoltati oggi suonano ancora discretamente attuali. Rimettere in circolo queste canzoni è il modo giusto di celebrare questo traguardo temporale e fare in modo che siano ancora patrimonio comune.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani