Altare Thotemico SELFIE ERGO SUM 2020 - Psichedelia, Progressive

SELFIE ERGO SUM precedente precedente

Terzo disco per una band che ne ha fatta di gavetta.

Certo che gli Altare Thotemico da Bologna tutto sono tranne che una band apri&gusta. Nel senso che dopo aver ascoltato, in lungo e in largo, il loro nuovo disco, "Selfie Ergo Sum", appare evidente come il dono della linearità e asciuttezza non sia proprio nelle loro corde. Già perché il complesso progressive messo in campo in pezzi quali "Luce Bianca" è sempre molto barocco, ricco di sovrastrutture e di scelte in sede di arrangiamento certamente ardite ma che non vanno mai verso una semplificazione delle cose. Questo non è un male eh intendiamoci, ma solo una caratteristica, una forte caratteristica che emerge con evidenza totale lungo tutto l'album. 

Un album che, a parte questo "marchio di fabbrica" è ben suonato anche se, a volte, i testi paiono davvero essere troppo verbosi per essere davvero fruibili a un pubblico di larga scala. Tuttavia va anche considerato come la band bolognese, giunta oggi al suo terzo disco, appaia perfettamente affiatata e siamo certi che ascoltarli dal vivo, "stretti" assieme sul palco, darebbe un sapore diverso a tutta l'operazione

Un'operazione che, lo vogliamo ribadire ancora una volta, non ci è dispiaciuta, pur tra luci e ombre. Luci che però, proprio come nel pezzo "Madre Terra", per noi di gran lunga il migliore, rischiarano fortemente tutt'intorno. 

---
La recensione SELFIE ERGO SUM di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-11-09 12:02:03

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • jonathanventuri 11 mesi Rispondi

    Grazie per la recensione. Una cosa, non siamo interessati a piacere ad un pubblico su larga scala, già il termine ci pare non adatto a noi. I testi? Magari andrebbe verificato in che punto sarebbero troppo verbosi! Magari difficili, ostici sarebbe stata una valutazione più esatta.