13/02/2006

Lallalà. Ragazzi che si rincorrono sulla spiaggia come fossero nella pubblicità di note bevande gassate. Musica da calzoni corti con i Jellyfish Season, formazione lombarda che naviga a vento nella scia di Lagwagon e compagni: emo-core a go-go, con chitarre sorridenti e la voce da inizio di vacanze estive. Musica semplice e solare che, tre tracce su quattro, non scava mai ma rimane attaccata alla propria immagine superficiale di gioventù saltellante, ma è giusto così; più elaborata "No Regrets", con diversi cambi e una intro decisamente lontana dal genere.

Me li immagino coi pantaloni multicolore al ginocchio mentre zompettano felici sul palco sognando di fare surf negli U.S.A. Saranno visioni stereotipate ma, che farci? Anch’io mentre li ascolto non vedo più la coltre nevosa che c’era fino a ieri. I pezzi sono ammiccanti e funzionano (da curare la pronuncia dell’inglese un po’ troppo scolastica) e, anche se non vado in brodo di giuggiole per questo tipo di sound, il lavoro è ben svolto. I Jellyfish Season sono un salutare ritorno ad agosto nell’approssimarsi del Natale.

---
La recensione Jellyfish Season - Recensione - Demo 2005 di margherita g. di fiore è apparsa su Rockit.it il 19/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati