Squeamish Factory Plastic Shadow Glory 2020 - Stoner, Grunge, Alternativo

Plastic Shadow Glory precedente precedente

Squeamish Factory: Plastic Shadow Glory

Plastic Shadow Glory è il titolo del nuovo disco degli Squeamish Factory, lavoro che arriva a quattro anni di distanza dal debutto omonimo.

Il quartetto propone un disco concettuale sulla disumanizzazione, sui malesseri storici che attanagliano la nostra specie e la rendono apatica, testimone impotente della propria vita e di quella degli altri. In questo senso la prima traccia, intitolata "Humandrome", è già una sberla in pieno volto: brano potentissimo, intriso di una violenza sonora che appartiene tanto allo stoner quanto ad una forma di nu metal ormai più che ventennale; synth, chitarre e voce si muovono più o meno vorticosamente in paesaggi sonori inquieti e figli dei Deftones e di altri padri spirituali di fine secolo scorso. Il singolo "Mirror Haze" ha invece dei clamorosi risvolti post punk che vengono da molto più lontano, con le sue chitarre taglienti abbastanza da squarciare l'atmosfera musicale del disco, più o meno come fanno i sei minuti di "Suspended" con il loro interludio ipnotico e inquieto al tempo stesso. Echi di grunge e di Alice in Chains si afferrano concreti in "Snufftshell", in cui le chitarre e il sound appaiono decisamente nella loro veste più concreta e matura (e in "Burn", con un intro di basso degna di scavare a fondo le sonorità più sporche e metal della band.

Come disco, questo Plastic Shadow Glory presenta davvero parecchi aspetti interessanti che vanno dalle tematiche scelte al sound; in sostanza risulta un lavoro credibile e ben concepito, in grado di utilizzare sonorità decisamente old school e di renderle attuali in una veste rinnovata e profondamente moderna.

---
La recensione Plastic Shadow Glory di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-11-14 08:18:15

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO