ZetaZero Ripartire da zero 2005 - Rock, Pop, Alternativo

Primascelta!Ripartire da zero precedente precedente

Questo non è un disco innovativo. Questo non è un disco d’avanguardia. Questo disco non apre mondi sconosciuti e non accende sinapsi imprevedute. Embè? E chissenefrega! Questo è un disco di pop sbarazzino e cantabile, non nuovissimo, molto radiofonico ma saldamente radicato nella tradizione indie pop inglese (Xtc) e italiana (il Battiato primi ottanta, Rino Gaetano per certi testi, i primi Denovo per certe soluzioni sonore). È un disco che annovera un potenziale singolone (“Amore al buio”, impressionante da questo punto di vista; bellissimo il testo, poi, con quel catalogo di luoghi comuni della canzone d’amore italiana e del corteggiamento), zeppo di testi giocosi e piani di calembour. È un disco gioioso, che canta degli aspetti felici della vita senza essere sciocco.

Quello dei siciliani Zetazero è una sorta di ideale Fm pop indie, che in un mondo immaginario potrebbe sostituire gli orrori mainstream. È un disco con dei difetti: a tratti certi suoni sono leggermente vecchiotti. Ma una produzione diversa potrebbe donare un suono più up to date. C’è chi stroncandoli (ma ne anche hanno detto tanto bene…) ha scritto che corrono il rischio di diventare gli Audio2. E grazie: il produttore Mario Conte li ha sulla coscienza. Però ha fatto anche Meg. Per cui: Audio2? Sì, ma dell’indie pop. E scusate se è poco.

Così, gli Zetazero, a modo loro, fanno parte di quella pattuglia di artisti (Baustelle, Numero 6, Bugo…) che gettano ponti verso il mainstream per tentare di rinnovarlo, mantenendo intatta la propria credibilità artistica. Anche se in ritardo, “Ricominciare da zero”, potrebbe far bella figura tra i vostri dischi per l’estate, mentre correte a cento all’ora come Morandi sull’Autosole a finestrini rigorosamente aperti, e fuori scorre un paesaggio di fiori elettrici a cartoni animati, tra campi di fragole e alberi di zucchero filato innaffiati di profumo.

---
La recensione Ripartire da zero di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2006-06-19 00:00:00

COMMENTI (16)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • utente0 14 anni Rispondi

    ...meglio della polenta sicuramente!!!:[:[

  • utente0 14 anni Rispondi

    è vero si chiama "ora stasera" ed è sicuramente una delle migliori canzoni italiane degli ultimi 5 anni.senza nulla togliere al resto dell'ottimo album degli zetazero.veramente gran disco di sano pop italiano come non se ne sentiva più da tempo.spero vivamente diano un seguito al loro primo album e non di meno che qualcuno si degni di prenderli in considerazione almeno per quello che meritano.maxrispetto:)

  • utente0 14 anni Rispondi

    la traccia sei (non ricordo il titolo) una delle piu belle canzoni degli ultimi anni

  • utente0 14 anni Rispondi

    quoto sopratutto questa parte

  • manfredi 14 anni Rispondi

    Bravissimi davvero
    :)

  • micol 14 anni Rispondi

    Complimenti per la recensione ci sta tutta! io li ho scoperti da poco su myspace e devo dire che mi piacciono veramente un casino. ma come mai non se ne parla e come mai non sono in classifica?
    Per me sono uno dei migliori gruppi italiani degli ultimi anni e li reputo anche molto originali, molto meglio di tanti altri che invece sono dappertutto!

  • utente0 15 anni Rispondi

    Recensione giusta che descrive ottimamente il lavoro di questa nuova band molto molto interessante, che sforna a mio avviso un mezzo capolavoro indiepop moderno, dalle reminiscenze elettro/ottanta ma con tanta sottile ironia tutta italiana.Ripeto in almeno 5/6 brani si rasenta la perfezione pop, quasi capolavoro!!Complimenti veramente un gran bel disco.

  • utente0 15 anni Rispondi

    forti.......bella musica raga!!!:):):)

  • utente0 15 anni Rispondi

    bello da ascoltare con la testa.

  • utente0 15 anni Rispondi

    piccolo capolavoro pop.
    peccato che non tutti sanno apprezzare.