< PRECEDENTE <
album T O I Maru.

recensione Maru. T O I

Bravo Dischi 2020 - Pop, Indie, Electro

RECENSIONE
06/12/2020

Siracusana di stanza a Bologna, Maria Barucco sceglie lo pseudonimo Maru per dare sfogo alla sua urgenza espressiva e trova una preziosa collaborazione con Bravo Dischi: a seguito di “Zero Glitter”, pubblicato due anni fa, arriva il nuovo long play “T O I”.

Nove tracce rigorosamente presentate in caps lock, che musicalmente costeggiano il pop con un tocco personale, electro quanto basta ma al tempo stesso alleggerito dalle dinamiche sonore che potrebbero risultare troppo pesante. È un ascolto fluido, leggero quanto basta ed a tratti molto divertente; dare una certa profondità è onere della dimensione testuale, dove si approcciano le tematiche principali di ogni persona che anagraficamente gravita i 20/30 anni: a contestualizzare situazioni che potrebbero correre il rischio di apparire impersonali, un arguto gioco di keyword che funziona, restituendo ai brani un vago sentore SEO.

Disquisizioni tecnologiche a parte, l'artista che viene da Siracusa riesce a confezionare un prodotto discografico valido, con caratteristiche e carisma originale, buono per una posologia d'ascolto elevata. Segnali di crescita artistica da non sottovalutare, perché il secondo capitolo porta a delicati bivi che non sempre vengono imboccati nel modo giusto.

Non è questo il caso, ed allora avanti così Maru perché c'è la giusta personalità per scrivere canzoni interessanti.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani