Vetus Panacea 2020 - Techno, Elettronica, Ambient

Panacea precedente precedente
03/02/2021 - 08:40 Scritto da Mattia Nesto Vetus 2

Guglielmo Paradisi ama sperimentare. E noi con lui

"Panacea" è un disco in fondo facile da leggere ma non banale da ascoltare. Questo è un po' il riassunto, il super-mega bignami diciamo, del lavoro di Guglielmo Paradisi che in questo suo album riversa un sacco di sperimentalismo votato all'elettronica, costruendo un disegno sicuramente elaborato e ricco di sfaccettature ma che, proprio come abbiamo ricordato poco fa, non è così complesso da leggere. 

Infatti, e basta ascoltare un pezzo come "Uroboro" (per altro il nostro preferito) per comprenderlo. L'artista marchigiano, anche grazie a un curriculum e un'esperienza che spesso e volentieri si fonda e si mescola con quella cinematografica, realizza pezzi dal grande peso emotivo e atmosferico. Pare proprio, in certi frangenti, di "vederle" queste tracce, magari sotto forma di un film à la Tarkovskij (e, non a caso, Vetus ha lavorato proprio a un progetto concernente Stalker dello stesso regista polacco).

Insomma un lavoro ibrido ma con un'anima forte che, forse, non ha propriamente un inizio scoppiettante ma che carbura man mano che si avanza nell'ascolto. Ecco, in tal senso, il nostro invito è di andare avanti: esattamente come in un gioco di ruolo non abbiate paura ad addentrarvi in un dungeon oscuro e irto di mostri. Serve coraggio per l'avventura, sempre che prima abbiate fatto una buona scorta di panacee, ovviamente. 

---
La recensione Panacea di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-02-03 08:40:54

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • marchetto 2 mesi Rispondi

    Commento vuoto, consideralo un mi piace!