The Grunge Boys Caco Fonie 2020 - Lo-Fi, Pop, Elettronica

Caco Fonie precedente precedente

Un esordio dalle caratteristiche molto peculiari, Caco Fonie merita sicuramente un ascolto.

Si presuppone che il recensore, nel momento in cui si appresta -appunto- a recensire un disco, abbia già le idee chiare, quantomeno a grandi linee, su ciò che vuole dire riguardo al suddetto disco. Non è questo il caso. Caco fonie dei The Grunge Boys è un disco di cui è difficile parlare, anche dopo averlo ascoltato un certo numero di volte. Spero mi perdonerete, quindi, se raccolgo gli argomenti un po’ disordinatamente, strada facendo.

Il primo elemento che salta all’occhio è la durata complessiva del disco: una quindicina scarsa di minuti. Gli otto brani contenuti nell’album sono quindi impressioni, sensazioni, lische di canzoni, abbozzi di meno di due minuti che suggeriscono musica senza portarla effettivamente a compimento. L’altro elemento destabilizzante è la varietà di generi e contaminazioni che i nostri riescono a infilare con estrema nonchalance nelle tracce, nonostante il succitato poco tempo: si passa dalla dark ambient dell’omonima "Caco Fonie" alla tech house di "New York", allo pseudostoner di "Musica Rock" alla chill di "L’Errore"; il tutto, va detto, trattato con estrema naturalezza, come se l’intero disco fosse stato pensato attorno a quella specifica sonorità. Infine, l’elefante nella stanza: gli assurdi campionamenti presenti in pressoché tutti i brani. Il tentativo di sostituire il cantato con spezzoni di varia provenienza -principalmente telegiornali e interventi politici, a prima vista- dà all’intera operazione una venatura demenzial-goliardica che forse non era nelle intenzioni degli autori e della quale in ogni caso si fatica a comprendere il senso, andando ad intaccare il mood dei diversi pezzi.

Si presuppone che ogni creazione artistica dica un qualcosa sul proprio creatore. Non ho dubbi che questo valga anche per Caco Fonie, e che un messaggio, un senso, sia nascosto da qualche parte, tra le sue vibrazioni e distorsioni. Ma su quale sia questo messaggio, devo ammettere di non averne la minima idea. Date un ascolto voi al disco, e fatemi sapere.

---
La recensione Caco Fonie di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-03-02 02:00:45

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia