Blue Rimmel La mattina post concerto 2020 - Rock, Punk, Pop

La mattina post concerto precedente precedente

Un pop-rock mediamente turbolento, tutto al femminile, che guarda al punk da lontano e molto più da vicino alla musica leggera italiana.

Arriva dal Vicentino questo quintetto tutto al femminile che guarda alle declinazioni più (pure troppo) concilianti del punk: in pratica, quelle in cui la melodia prevarica la rumorosa frontalità degli strumenti e l’antagonismo socio/culturale dei testi cede il posto alla narrazione di una normalissima quotidianità. Insomma, siamo abissalmente lontani dalle irriverenti Kandeggina Gang di Jo Squillo o dalle bizzarre Clito – giusto per rimanere tra i confini di casa nostra – e molto più vicini ai registri melodici di una Carmen Consoli (Marta, Aspetta) o a certe cose indie rock italiane di un ventennio addietro (tipo i Soon o le Diva Scarlet: Danza, Risveglio), per quanto qui le chitarre risultino piuttosto standardizzate e la sezione ritmica marci col freno a mano leggermente tirato.

A fine giro di giostra l’impressione è quella di un pop-rock mediamente turbolento con ingombranti aderenze alla musica leggera italiana, che dal punk prende a nolo qua e là solo qualche occasionale impennata di cattiveria (Malvagio, BPR) e che a strofe come “Violentami piccolo / Violentami sul metrò / Prendimi senza fretta / Non ho nessuno che mi aspetta” (la Jo Squillo di cui sopra) preferisce ben più romantiche esternazioni tipo “Il tuo cuore è un orologio al polso / Batte all’unisono con il mio”.

---
La recensione La mattina post concerto di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-03-10 10:03:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia