Erberomantiche 1984 2021 - Alternativo

1984 precedente precedente

Erberomantiche: 1984

1984 è il primo album ufficiale di Erberomantiche, duo siciliano formato da Nicola Ganci e Patrick Rotolo. Si tratta di un disco di sei tracce che traggono ispirazione dal cinema e dalla letteratura, come del resto si può notare nel titolo orwelliano.

Così, a partire dalla title track, ci si ritrova nel bel mezzo di un naufragio indie pop, con chitarra, synth e basso a fare da corredo sonoro alle atmosfere catchy e freschissime dei brani. Distopici ma non troppo, i due musicisti scagliano le loro invettive polemiche contro società e politica affidandosi ad una musica che ricorda gli Arctic Monkeys di Hotel Casino (Il Tuttologo) e le ritmiche infarcite di sintetizzatori di certi Foals (Manhattan). Sempre colorati, molto poco malinconici, incazzati il giusto, gli Erberomantiche si presentano con un'attitudine vagamente british nella veste ma molto italiana nel sangue. La chitarra (che ogni tanto si lascia andare ad assoli corposi e dinamici) ci riporta a paesaggi sonori più glam, restando comunque figlia del nostro tempo; i synth invece disegnano tappeti che vanno spesso oltre il pop, regalandoci anche momenti meno fomentati (Yol).

Insomma, 1984 riesce a non farci rimpiangere i riferimenti all'omonimo capolavoro letterario e ci sbatte letteralmente in faccia un synth-pop colorato, potente, in grado di funzionare praticamente in ogni brano. Inoltre, le diverse sfaccettature sonore contribuiscono a farci apprezzare ancora di più lo stile di questo interessantissimo duo siciliano, che ha certamente assorbito bene la lezione della musica internazionale dell'ultimo decennio. Un'esplosione (quasi) primaverile.

---
La recensione 1984 di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-03-06 08:55:17

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia