Tito Sherpa SEROTONINJA 2020 - Rap, Hip-Hop, Spoken word

SEROTONINJA precedente precedente

Tito Sherpa focalizza il suo hip-hop su citazioni labirintiche e creazione di un percorso di crescita condiviso. Buon long play impegnato e carismatico.

All'ombra della comune artistica dello studio di sperimentazione Radiobluenote Records, Tito Sherpa alimenta il seguito dei due mixtape ormai distanti nel tempo (il più recente risale a cinque anni fa) con un long play molto corposo. Il suo titolo è “Serotoninja”, licenziato prorio attraverso la label dello studio torinese.

Quattordici pezzi a comporre l'elaborato completo: Tito Sherpa coinvolge uno stuolo di beatmaker e liricisti per featuring che arrichiscono di significati l'intero album. Non che la proposta d'ascolto ne facesse difetto alla base: il gusto della citazione si accompagna ad espressi tematiche finalizzate a far sentire l'ascoltatore come in un labirinto. Sta al fruitore la responsabilità di attraversarlo, condividere almeno in parte le sensazioni e le fascinazioni dell'artista per poi raggiungere l'uscita. È un percorso di crescita che diventa condiviso; sullo sfondo, strumentali che strizzano l'occhio all'old school senza declinarsi in esercizio di stile.

Serotoninja è un disco che non vuole per niente sembrare leggero.

Parole prese direttamente dalla presentazione dell'ascolto, e non posso fare a meno di sottoscrivere questa dichiarazione di guerra alla leggerezza: introspettivo il giusto e mai lamentoso nei modi, Tito Sherpa ci ricorda che la crescita del singolo passa necessariamente attraverso momenti la cui pesantezza deve essere benedetta.

Metodo rigoroso e disciplina portano sempre risultati, come i modus pensandi orientali predicano e come Tito Sherpa sa bene.

---
La recensione SEROTONINJA di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-03-02 12:50:27

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia