Skyeez & The Whiteflies Shake Your Bones 2021 - Lo-Fi, Rock, Elettronica

Shake Your Bones precedente precedente

Con "Shake Your Bones" gli anni Novanta non sono mai finiti

Per parlare con cognizione di causa di questo "Shake Your Bones" va posta subito una premessa: il disco dei Skyeez & The Whiteflies è infatti un album sicuramente ben suonato ma che ha un cuore, per così dire, conservatore. Attenzione: non prendete questo aggettivo in modo del tutto negativo, questa non è la nostra intenzione. Semplicemente utilizzando il termine conservatore vogliamo indicare un album che in maniera, almeno per noi, spiccata e chiara si rivolge a un tipo di musica, e di temperie culturale, di circa 30-35 anni fa, quindi con gli occhi e il cuore rivolti al passato, ergo reazionario giusto?

Al di là di queste, piccole, questioni di catalogazione anche dal punto di vista filosofico, la band pugliese funziona e funziona bene "strumenti alla mano". Il loro rock-alternative con vibrazioni lo-fi è certamente ben centrato: un pezzo come "Damn!" non ti esce fuori se non sai suonare. Tuttavia, e qui scatta il nostro giudizio personale, ci sarebbe piaciuto sentire e vedere Francesca "Skyeez" Gramegna ogni tanto "sbagliare" strada e donarci uno scorcio improvviso, magari con un cambio di ritmo e di atmosfera.

Invece no: come spesso sono le strade di Puglia tutto è luminoso, netto e chiaro in questo disco. Per chi perciò ama le strade dritte, eccovi, "l'album è servito". Se invece avete piacere, ogni tanto, di fare una deviazione probabilmente vi annoierete un po' lungo il viaggio. 

---
La recensione Shake Your Bones di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-04-03 09:03:22

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • fmzegroup 21 h Rispondi

    Mi piace moltissimo questo disco e le sue sonorità, bellissima sorpresa.