Michele Bertoni Magazén 2020 - Sperimentale, Elettronica, Minimal

Magazén precedente precedente

Magazén di Michele Bertoni è un nuovo capitolo di una carriera densissima

Basta ascoltare una volta "Korale", la settima traccia di questo "Magazén" per comprendere come Michele Bertoni sia davvero un artista a tutto tondo. E non soltanto perché il musicista sardo è ormai da molti anni che calca i palchi, ma anche perché ha fatto dell'eclettismo una sorta di ragione d'essere. Dopo aver iniziato nel campo del prog è ben presto approdato a una elettronica di tipo ambient e contraddistinta da plurime contaminazioni che in questo disco esplodono.

Ve lo diciamo subito, onde evitare incomprensioni. Il lavoro di Bertoni non è un lavoro semplicissimo ma neppure così arduo. Infatti in pezzi quali "Korale" o "Gnosi", nonostante la costruzione della composizione sia in certi punti quasi barocca, c'è sempre, di fondo, un gusto per la canzone pop che non è così semplice da rintracciare in artisti del genere.

Ecco perché "Magazén" è un album che ci è piaciuto e che vi consigliamo perché qui si riesce a tenere insieme il massimo dello sperimentalismo con anche la voglia di raggiungere la "massa" degli ascoltatori. Anche se la seconda parte del lavoro non è a livello della prima, questo nuovo capitolo dell'epopea in musica di Bertoni è quasi un passaggio obbligato per tutti i colori i quali sonio appassionati di creatività. E poi i titoli delle canzoni sono, quasi tutti, meravigliosi. 

---
La recensione Magazén di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-05-04 08:09:01

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia