Hypergear Persona 2020 - Rock, Indie, Electro

Persona precedente precedente

Si chiude una fase creativa di Hypergear con la raccolta di brani "Persona". La grammatica artistica è consolidata, bene così in attesa di ulteriori sviluppi.

Sascha Giordano è corpo, anima e mente degli Hypergear, esperienza artistica nata come Swan nel 2012 e che, dopo anni di maturazione passati a suonare cover, ha intrapreso un percorso caratterizzato da brani inediti snocciolati tra il 2018 ed il 2020. L'inizio di decennio coincide con la necessità, da parte di questa one man band, di chiudere il cerchio attorno questa fase creativa; nasce così "Persona".

Tutti i singoli fino ad ora pubblicati (più ulteriori tre canzoni finali confluite in un EP) compongono questo long play che assume contorni di una raccolta, più che di una pubblicazione autonoma: le coordinate musicali ci dicono rock, ma i suoni rispondono a perimetri molto più espansi. Hypergear, infatti, edifica testi di matrice inglese su impronte sonore in bilico tra elettronico e digitale, fra hard rock e passaggi quasi metal che non risultano incoerenti con delle ispirazioni anche più leggere. Abbiamo a che fare con una prova d'ascolto corposa, di quelle che la discografia moderna sembra rifiutare come una malattia incurabile, e che invece riescono a restituire uno spaccato creativo nettamente più definito rispetto a quello che succede con episodi più brevi.

Forte di una grammatica consolidata e personale, e della voglia di utilizzare le canzoni per fare discorsi e condividerli con i fruitori, Hypergear archivia una proposta d'ascolto definita e sicuramente in linea con le prerogative che Sascha si proponeva.

In attesa di ulteriori sviluppi, bene così: c'è fiducia per accogliere nuovi inediti.

---
La recensione Persona di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-05-03 13:39:02

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia