Piqued Jacks Synchronizer 2021 - Rock, Alternativo, Pop rock

Synchronizer precedente precedente

Un disco giovane che punta dritto ai grandi palcoscenici.

Synchronizer è il titolo del terzo album in studio dei pirotecnici Piqued Jacks, band originaria di Buggiano in provincia di Pistoia, ma con una visione musicale che risente parecchio delle influenze d'oltremanica.

Il Regno Unito, in questo ultimo periodo, sta dettando le tendenze musicali di tutta Europa e, naturalmente, anche in territorio italiano si inizia a sentire l'eco del sound che arriva da quelle terre meravigliose, da sempre prolifiche in materia di rock e dintorni. Ne sanno qualcosa questi quattro ragazzotti toscani, che hanno affidato la produzione del loro disco a tre produttori top della scena britannica: Julian Emery (Nothing But Thieves), Brett Shaw (Florence + The Machine) e Dan Weller (Enter Shikari). 

Primo lavoro pubblicato per l'etichetta INRI, il disco è un impasto di sonorità fluide e trasversali, caratterizzate prima di tutto dalla voce straordinaria di E-King e, in seconda battuta, dall'eccellente produzione, che è riuscita a rifinire in maniera superba i vari spazi musicali attorno a cui ruotano le sonorità della band. Basterebbe ascoltare i primi due brani, Golden Mine ed Everyday Special per capire perchè la band pistoiese non ha avuto nessuna difficoltà a mettere su un tour spalmato tra Gran Bretagna, Canada, Italia e Grecia: muovendosi intorno ad un arena rock che li collega direttamente a band come i Biffy Clyro, i primi Imagine Dragons e i NBT, i quattro musicisti di Buggiano mettono in sintonia la Toscana con i paesaggi pop scozzesi e inglesi. Le dinamiche da hit parade di brani come Spin Boy e la facilità nel passare senza sforzi a ballad per piano e voce come in Call My Name o a quelle orchestrali di Dancers In Time, sintetizzano gli orizzonti stilistici di una band che sembra aver trovato definitivamente la propria strada artistica.

Con tutti i pericoli di assomigliare a tante cose già sentite nel pop-rock internazionale, Synchronizer rappresenta una scelta concreta in un preciso momento della carriera. Un disco giovane, con tutta la freschezza sonora necessaria per entrare a far parte di grandi palcoscenici.

---
La recensione Synchronizer di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-04-09 10:53:45

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia