Gaby And The Batmacumba Anatomia Per Artisti 2006 - Rock'n'roll, Rock, Demenziale

precedente precedente

E' la terza volta che ascolto il cd di Gaby & Co. Leggo sul comunicato: "[…] I componenti, provenienti tutti dalla oscura e paludosa provincia di Ferrara, riversano nella musica umori torbidi e pezzi di storia ammuffita e decomposta. Il loro primo lp in studio rappresenta il tentativo di filtrare il linguaggio musicale in atmosfere di denso vissuto musicista. Vi consigliamo l'ascolto in condizioni di relax e attenzione".

In effetti sono cover, o meglio, riletture in chiave Gaby & Co di pezzi che vanno dai tradizionale ("Il Passator Cortese") alle hit sanremesi ("Non Ho L'Età"), non trascurando cult del panorama internazionale ("Der Mussolini") e standard ("Blu Moon", per l'occasione "Luna blu"). C'è pure una ghost track.

Mi rendo conto che per capire il progetto dovrei entrare nel mood di questa chiave di lettura... cosa che non riesco a fare. Che manchino proprio "relax e l'attenzione"? Non credo. La netta impressione è che il cd sia nato a mo' di istantanea, per fermare l'immagine di un gruppo che ama fare spettacoli di impronta hard rock marcio-delirante. Forse solo chi li ha visti ed apprezzati live può realmente gioire del supporto che mi trovo tra le mani. E' è un po' come accade per gli Atroci, geniali paladini del metal demenziale, che però, a differenza di Gaby & Co, sono autori dei loro pezzi. Se non conoscete questi ultimi - e a maggior ragione se siete degli adepti del metallo - il consiglio è di ascoltarli. Ben venga allora lo spirito cazzone della compagnia!

---
La recensione Anatomia Per Artisti di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2006-09-08 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • elisa 15 anni Rispondi

    e dove ho scritto che fanno metal?

  • utente0 15 anni Rispondi

    Mia cara i gaby col metal non c'entrano una fava. Hai anche dimenticato di citare il gruppo di riferimento principale di gaby & co che sono i cramps, presenti nel disco con la cover di can u pussy to the dog tradotta puoi miciona far la cagna.
    E sono di gran lunga + importanti della storia del rock
    dei daf o degli standard(orrore!).Il genere dei gaby si chiama rotten folk,che non ha niente a che vedere con la goliardia di gruppi come gli atroci, che fanno spettacolo.I gaby non fanno spettacolo. Cercano di vedere quanti esseri umani si sono rotti i coglioni dei gruppi che si atteggiano e fanno cose orrende convinti di essere dei ganzi.
    I gaby riesumano carcasse, non fanno cover. Ciao Lumumba Bologna.