Dieg Canzoni da Venere in fiore 2021 - Pop, Indie, Alternativo

Canzoni da Venere in fiore precedente precedente

Un buon disco di cantautorato alternativo italiano, con diversi spunti testuali figli della nostra migliore tradizione indie

Canzoni da Venere in Fiore è il titolo del nuovo lavoro di Dieg, cantautore clautano con all'attivo diverse produzioni uscite negli ultimi anni.

Anche le canzoni di questo ultimo disco sono state composte a cavallo tra il 2016 e il 2021, tutte rigorosamente autoprodotte e registrate in cameretta. Lo stile musicale di Dieg fa riferimento ad un cantautorato indie abbastanza scolastico, spesso in linea con quello dei primi anni duemila. Tra i riferimenti più immediati, possiamo citare Zen Circus, Le Luci Della Centrale Elettrica e Lo Stato Sociale, con l'aggiunta di elementi che vengono direttamente dal mondo degli Offlaga Disco Pax e dei CCCP (si ascolti "Insanity"). Al centro del concept musicale ovviamente ci sono i testi (che non sono tutti scritti da Dieg), tra i quali emergono quelli de "Il PornoPaperino" e la già citata "Insanity" che, con "Ukulele Seppia" (tutti i citati sono scritti da Lorenzo aka Aestiva Deliria) vanno a costituire un trittico che guarda parecchio al mondo di Giovanni Lindo Ferretti e Giorgio Canali.

Nel disco, oltre ai riferimenti già evidenziati, sono da evidenziare i momenti in cui Dieg si lascia andare ad una sperimentazione sonora e vocale che riprende molti concetti di un certo post-punk anni '80 (si ascoltino i P.I.L. di Johnny Rotten), ma restando sempre fedele ad un mondo cantautorale alternativo tipicamente italiano, come nella bellissima "Le Hawaii". Alti e bassi certo, dovuti anche alla produzione, ma possiamo definirlo decisamente un buon disco, con diversi brani interessanti.

---
La recensione Canzoni da Venere in fiore di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-10-05 08:33:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO