Pertegò Una 2021 - Strumentale, Post-Rock, Ambient

Una precedente precedente

Una dei Pertegò è un disco vastissimo e iper denso: bene così

Raccontare in una sola recensione chi siano e, soprattutto, "cosa siano" i Pertegò sarebbe un esercizio fin troppo riduttivo, che non voglio fare per il troppo rispetto e ammirazione che nutro nei confronti della band, anche se sarebbe più corretto definire "progetto musicale" sorta tra Piacenza e Bologna. E allora, "limitiamoci" per così dire, a parlare di Una il loro nuovo e interessantissimo lavoro. Una è, per chi segue e ama il gruppo, la summa della produzione e concezione musicale, se non proprio artistica dei Pertegò, che trova la perfetta realizzazione, almeno per il mio modo di vedere e di ascoltare la musica, nella prima canzone, ovvero Loto.

Ma che album è questo? Beh, facciamo che ce lo dicono direttamente loro: "UNA per noi rappresenta il lavoro più intenso di questi anni, la nostra vera essenza. Per questo album abbiamo vissuto momenti felici, momenti drammatici, lasciando andare quelli che abbiamo imparato ad amare, vivendo con amore e dolore. Per noi UNA è la fine di un viaggio di quindici anni, un viaggio che ci ha descritto in ogni momento della nostra vita fino ad oggi. E siamo pronti per un grande futuro insieme ai nuovi membri di Pertegò". Basterebbe questa descrizione per presentare degnamente un lavoro che affonda le radici nella tradizione italiana del cantautorato per poi innovare e sperimentare nella forma del teatro-canzone. Che dire, davvero magnifico. 

---
La recensione Una di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-10-13 08:41:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO