Musetta Musetta EP 2006 - Trip-Hop, Jazz, Elettronica

Musetta EP precedente precedente

Signori, giù il cappello! I Musetta, da Cassina de’ Pecchi, provincia di Milano, sfornano il miglior disco di nu jazz italiano che mi sia capitato di sentire. Sulla scia di Koop e Portishead, sfornano un EP che se fosse uscito nel 2001 avrebbe fatto gridare al miracolo. Ma, pur essendo venuto dopo quel “Waltz for Koop” giunto da Uppsala, rimane un disco bello e senza tempo, quasi con la statura di un classico.

Composizioni nel solco del genere, ok, ma che vivono di vita propria, senza scopiazzature. Al massimo una citazioncella nella strofa di “Ophelia’s song” e una strizzatina d’occhio in “Standing by My Side”. Bella la voce di Marinella Mastrosimone, ottimi gli arrangiamenti e le musiche di Matteo Curcio. I brani disegnano orizzonti intimi e infiniti al tempo stesso, un senso di scoperta aurorale del creato che incanta e conquista, un mondo di bellezza disegnato da un architetto ambientale, la stessa grazia razionale ma apparentemente naturale di un giardino giapponese.

Si percepisce una padronanza tutt’altro che superficiale del genere, e un gran gusto nel non eccedere mai con una nota di troppo. Mi ricordano una versione soft dei Lamb di “Fear of four" o, a tratti, dei 4hero molto, molto meno barocchi. Non è poco.

Insomma, gruppo da applausi che, sì, parla un linguaggio internazionale, ma – ecco il difetto da pignoluccio - senza declinarlo nell’idioma locale. Quello che, in altro ambito musicale, rende irresistibile all’estero la house francese (il french touch). E che spesso (non sempre), manca ancora agli italiani. Perciò, “solo” un quasi primascelta. E buttalo via.

---
La recensione Musetta EP di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2006-07-04 00:00:00

COMMENTI (45)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • utente0 14 anni Rispondi

    Opehlia's song, marca atmosfere già ascoltate, qualche guizzo interessante nei passaggi. La voce ricalca lo stile di un intero genere.
    Nel promo da ogni cosa sai già la successiva.
    Bello il gusto trip-light in 'Some thoughts...'; bridge e riprese sono strausate. testi trasparenti e linee melodiche sentite.
    Niente di sorprendente, ma di un passo superiore a molta roba che viene messa sugli scaffali.
    Perchè non virate verso l'italiano e abbandonate ste velleita' euro-inglesi che contaminano tutto l'indie dello stivale?

  • bettyfordcenter 14 anni Rispondi

    ovviamente volevo dire "non vedo perché una band debba moderarsi PIU' di quanto faccia etc. etc.". chiedo venia, ma in questi giorni ho le sinapsi del bradipo...


  • bettyfordcenter 14 anni Rispondi

    a prima vista avevo letto "scusa" e sarebbe stato geniale;).
    detto questo, e premesso che ho letto su questo forum cose molto più offensive, credo che i musetta abbiano il diritto di rispondere come vogliono, non vedo perché una band debba moderarsi meno di quanto faccia normalmente un utente "semplice", loggato o no. Non è possibile che il singolo possa vomitare acido muriatico e la band debba comportarsi come in un cazzo di salotto di jane austen.

  • marinella 15 anni Rispondi

    Matteoooo ...


    CHUPAAA!! :]


    Sei pronto a partire per la Love Boat Molfetta-Catania-Genova??

    Chi indovina la citaziò e l'interprete vince il promo MUSETTA con ben DUE dico DUE inediti!

  • ungabunga 15 anni Rispondi

    difatti; se uno ritiene di essere insultato per delle normalissime critiche..allora, libera tutti!! E vai di linguaggio scurrile (poi..dai "sfigati del ...." non è il massimo del turpiloquio), comunque, per favore, mi spiegate questa crociata anti-no logg che da un pò di tempo pervade la vostra community? (non certo nella risposta sagace che mi è stata data ma in genere nelle altre discussioni, quando uno non sa come replicare all'altro ecco che spara la super-arma: "sei na fetecchia perchè non loggato..quindi tutto quanto hai detto e dirai non ha valore!!" boh ??

  • musetta 15 anni Rispondi

    beh caro bingo bongo, non per altro sono di cassina de pecchi, mica di milano ! hinterland violento


    (Messaggio editato da musetta il 21/08/2006 15:21:22)

  • faustiko 15 anni Rispondi

    beh, dai... un passo avanti l'abbiamo fatto: tu insulti ma sei registrato e loggato correttamente!!! :] :] :] :]

  • ungabunga 15 anni Rispondi

    sfigati del cazzo !! la critica non conteneva insulti, le spiegazioni fumose, date a posteriori, non convincono affatto!! bravi !! complimenti!! è con gruppi come il vostro che si affonderà completamente.. provinciali nell'animo !!

  • marinella 15 anni Rispondi

    [::]

    Ebbravo Matteo, ha fatto bene!
    Intanto perchè SUCA mi fa ridere :[, (è un po' come -perdonate il francesismo- "w la figa", un'espressione da gabinetto pubblico più che un insulto a qualcuno).

    Trovo adorabili i contrasti forti, mi piace l'idea che La Musetta abbia una voce d'angelo, gli occhioni dolci, che dica gran parolacce e tiri calci a chi non le sta a genio!


    CHUPA!
    CRITICA COSTRUTTIVAE
    BOSSANUOVA
    I primi 3 titoli del nostro prox EP ;)


    Barcellona è una meraviglia!



  • faustiko 15 anni Rispondi

    sul discorso "derivativo" non ci dovete perdere la testa... é una costante per tutti! :)

    più in generale, il mio consiglio é di dotarsi di sense of humour, anche e soprattutto di fronte agli insulti! solo in questo modo vi possono scivolare...