LAMECCA Ragazzina 2022 - Rock, Alternativo, Emo

Ragazzina precedente precedente

L’esordio dei LAMECCA, tra decadenza post rock ed immagini raccolte dalla provincia.

Un’esplosione dirompente ed implacabile dalle sonorità post rock, che dietro di sé non lascia distruzione ma parole che emergono da sogni rincorsi e dalla provincia che li circonda. È questo il modo in cui Ragazzina, disco d’esordio dei LAMECCA, si presenta ad un primo ascolto: a catturare da subito è il gusto per la distorsione e l’aggressività degli strumenti, unito alla capacità che la band ha di creare melodie sempre equilibrate e per questo avvolgenti.

Tra gli elementi più interessanti troviamo senza dubbio la forza espressiva dei testi, popolati da immagini di decadenza, reale e figurata, urbana e mentale, oltre ad una totale decostruzione di oggetti e situazioni che, allontanate dal loro contesto originario, acquisiscono un nuovo fascino.

Spesso la band prende derive emo, soprattutto nei brani dove ad emergere sono sfoghi nati dal quotidiano e da domande che non trovano risposte come Acqua in bocca o Livido. Ancora più d’impatto sono i momenti in cui l’anima punk e l’urgenza espressiva si intensificano: in Cactus e Tempio, la ruvidezza della sonorità rispecchia il disincanto mostrato attraverso le parole.

Unico feat presente nell’album è quello con I Botanici in Melissa, esperimento ben riuscito, perché i due mondi riescono ad entrare in contatto tra di loro, arricchendosi a vicenda ma rimanendo comunque in linea con lo stile ed il sound che caratterizza il lavoro dei due gruppi.

Ragazzina non è un album che guarda al passato, ma non si propone neanche di parlare di futuro e diverse prospettive. Quello che prende vita è un presente che può essere raccontato solo attraverso la musica, in grado di dargli una concretezza che sfugge invece allo sguardo della quotidianità.

I LAMECCA dimostrano con il loro esordio di avere già in mente una strada precisa da intraprendere ed una potenza sonora in grado di creare un mondo personale in cui far immergere chi ascolta. L’atmosfera di ogni canzone prova a restituire una fotografia nitida della paura e dei sentimenti sbiaditi, che trovano una loro dimensione solo nel dialogo con gli strumenti.

---
La recensione Ragazzina di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2022-05-12 20:30:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO