21/09/1998

Eccoci di fronte ad un prodotto musicale confezionato veramente bene, e tanto per cambiare la band protagonista dell'operazione giunge da Milano. Perché parlare bene di queste 4 canzoni vi domanderete? Semplice: i 5 ragazzi, tra cui una donna, hanno una sensibilità tale che riesce a concretizzarsi efficacemente nella loro proposta sonora. Innanzitutto è la voce femminile di SJ a incuriosirci, viste anche le affinità con alcuni momenti dei Quartered Shadows, gruppo catanese ormai scomparso e dal quale il gruppo (incosapevolmente?) attinge a piene mani per la sintesi del loro 'hard-rock contaminato'; fin dall'iniziale Versus si denotano accenni al punk newyorkese (Patti Smith Group, Television) che si diradano poi nella psichedelia di Burning hell e nell'adrenalinica Fickled. Il gioiello dell'intero promo tape è Tomorrow, brano che più di ogni altro denota il salto di qualità dell'ensemble nell'elaborare suoni più originali, forse perché Dario Ciffo (violino negli Afterhours) impreziosisce il pezzo col suo strumento, 'disturbarndolo' melodicamente. Augurare agli X-Rated una lunga carriera è forse banale; pensare però che un giorno possano emergere non penso sia una affermazione azzardata: gli ingredienti sembra ci siano, speriamo che qualcuno se ne accorga.

---
La recensione X-Rated - Recensione - Jack see... di Faustiko Murizzi è apparsa su Rockit.it il 21/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati